Il grande cuore della musica per dare una mano all’associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana-Val Cavallina”. Un assolo di sassofono, un riff al pianoforte, un impasto di voci, per un grande concerto, un’iniziativa benefica, che punta a sostenere i servizi (trasporto pazienti, supporto e assistenza oncologica, sostegno psicologico, materiale antidecubito e attrezzature di cura,…) che l’associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana-Val Cavallina” mette in campo tutti i giorni, per migliorare la qualità di vita dei malati oncologici e delle loro famiglie.
Promosso dall’Associazione Culturale Orchestra Salmeggia di Nembro, con il patrocinio, il sostegno e la collaborazione del Comune di Albino (diretta partecipazione dell’assessore alla Cultura Emanuela Testa e del consigliere di maggioranza Marco Bianchi) e il contributo di diversi amici, sponsor, sostenitori istituzionali e fondazioni, il “Gala della Solidarietà è in locandina ad Albino, presso l’auditorium comunale venerdì 2 dicembre, alle 21, per la regia organizzativa di Andrea Fassi, curatore di eventi a carattere benefico.
Introdotti dal giornalista e musicologo Fabio Santini, sempre disponibile a simili eventi, si esibirà sul palcoscenico l’”Orchestra Band Jazz Company”, forte di una trentina di elementi, che presenterà un “Omaggio a Gianluigi Trovesi e Claudio Angeleri”, due fra i più conosciuti musicisti bergamaschi, apprezzati per le loro qualità in Italia e all’estero. Direttore è il maestro Gabriele Comeglio, responsabile musicale e arrangiatore del Festival di Sanremo.
A seguire, gli stessi Gianluigi Trovesi, al sassofono, e Claudio Angeleri, al pianoforte, si esibiranno in alcuni brani, fra i più esaltanti del loro repertorio. Inoltre, il “Gala della Solidarietà” sarà arricchito dalla presenza di altri artisti: il cantante albinese Ilio Balduzzi, il sassofonista Umberto Benny e il pianista Gianni Bergamelli.
“Quando si tratta di solidarietà, Albino non manca mai all’appuntamento e scatta sempre in piedi, partecipando con grande generosità ad eventi benefici e progetti solidali – spiega Andrea Fassi – Una sensibilità e un’attenzione che si accresce soprattutto con l’associazione “Amici dell’Oncologia”, che qui ad Albino ha tanti suoi volontari e sostenitori”.
Da segnalare la partecipazione al “Gala della Solidarietà” del noto pittore bergamasco Zaccaria Cremaschi, che farà dono di una sua opera all’associazione.
L’ingresso al “Gala della Solidarietà” è su invito e a posti liberi; gradita un’offerta libera che sarà poi destinata all’Associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana-Val Cavallina”. Ovviamente, i suoi volontari saranno presenti nel foyer dell’auditorium per sensibilizzare il pubblico sulle problematiche oncologiche e per sollecitarlo ad una donazione.
L’associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana Val Cavallina” è un gruppo di volontariato sociale, operante ormai da 10 anni in Bergamasca, che sostiene e aiuta i malati oncologici e le loro famiglie, offrendo conforto e vicinanza, un supporto psicologico, soprattutto ai famigliari, e un concreto aiuto per il miglioramento della qualità di vita dell’assistenza oncologica.
“Per poter lavorare in tutta funzionalità – spiega il presidente dell’associazione Andrea Bertini – abbiamo bisogno, però, del sostegno di tante realtà e sensibilità. Pertanto, ecco spiegato l’allestimento e l’organizzazione di tante iniziative, incontri e attività sul territorio, come questo concerto, per creare una maggiore sensibilizzazione sul problema e formare così una coscienza sociale fondata sulla solidarietà e la partecipazione”.
Nata, come detto, nel 2006, su una felice intuizione del compianto mons. Aldo Nicoli, l’associazione è presieduta da Andrea Bertini; e vede fra i suoi sostenitori il dottor Giuseppe Nastasi, direttore dell’Unità di Oncologia dell’azienda ospedaliera Bolognini di Seriate, nonché membro dell’associazione. Fiore all’occhiello dell’associazione è la Casa di Accoglienza “Don Aldo Nicoli”, ad Alzano, per i malati oncologici, e i loro familiari, che venendo da fuori provincia o da lontano hanno bisogno di un’abitazione per essere vicino ai luoghi di cura.
Fra le tante iniziative promosse dall’associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana-Val Cavallina” c’è il “Progetto Parrucca”, per aiutare le donne, ma anche i bambini ammalati di tumore, a ridurre il trauma della perdita dei capelli, a seguito dei cicli di chemioterapia.
“Siamo convinti che il cammino verso la guarigione è spesso molto lungo – ha affermato il prof. Giuseppe Nastasi – Ma con l’aiuto di tutti può essere meno duro e faticoso, magari con un sostegno psicologico. Ecco, allora, che abbiamo pensato di lanciare il “Progetto parrucca”, semplice in sé, ma di forte significato umano. Noi, infatti, non ci occupiamo solo del corpo del malato, ma della persona nella sua interezza, rispondendo anche a quei bisogni psicologici che il trattamento medico può comportare, in particolare nelle donne, che a seguito dei trattamenti chemioterapici, devono fare i conti con la perdita di un elemento significativo della propria integrità, i capelli. Anche questo è un servizio gratuito per tutti i malati di oncologia, come del resto facciamo dal 2006”.
“Fra gli obiettivi dell’associazione “Amici dell’Oncologia Val Seriana-Val Cavallina” – ha spiegato il presidente Andrea Bertini – c’è l’umanizzazione del percorso di cura del malato. Noi, pertanto, mettiamo a disposizione delle pazienti, gratuitamente, una parrucca di ottima fattura, per ridurre il trauma della perdita dei capelli e aiutarle ad affrontare le cure con minor fatica. Nostri acconciatori di fiducia offriranno la propria consulenza gratuita per la scelta del modello e del colore, in maniera da evitare alle donne questo impegno che può essere fonte di ulteriore dolore e disagio. Da segnalare che soltanto in otto mesi del 2014, l’associazione ha fornito le parrucche a 51 donne. E il servizio sta andando avanti”.
Per mettere in campo nuove attività e garantire la continuità dei servizi, l’associazione ha sempre bisogno di contributi. Chi vuole aggiungersi agli “Amici dell’Oncologia” può informarsi e telefonare allo 035.3064238.

Tiziano Piazza