Tutto secondo copione. Come nel vero spirito alpino, dove la gagliardia si unisce alla tenacia e la generosità alla solidarietà, anche l’edizione 2017 della “Sagra Alpina” di Trescore ha colpito nel segno. Nei tre giorni in cui si è articolata la festa estiva delle penne nere di Trescore, andata in onda presso la sede sociale di via Casello, la comunità locale, come pure i tanti partecipanti provenienti dagli altri paesi della Bergamasca, in particolare dalla Val Cavallina, hanno potuto “assaporare” non soltanto la bontà dei piatti proposti dai cucinieri addetti al “rancio”, ma anche l’amabile disponibilità dei volontari che, con spirito di gratuità, si sono resi disponibile affinché la sagra alpina avesse pieno successo. E così è stato.
Una “Sagra Alpina”, dunque ben riuscita, dove a qualificare il tutto sono andati a braccetto allegria e amicizia, nella più sana tradizione alpina. “Colgo l’occasione per ringraziare tutti i volontari che si sono prodigati nella buona riuscita della manifestazione – spiega il capogruppo ANA di Trescore, Armando Vaghi – Tutti, in varia misura e nelle mansioni più disparate, hanno contribuito a rendere positiva la sagra, che è stata apprezzata da quanti hanno potuto parteciparvi”.
Da segnalare, durante la sagra, il concerto della Banda Alpina di Trescore, diretta da Paolo Luigi Belotti, espressione della sezione ANA di Trescore. La banda è stata protagonista di un pregevole concerto, presentato nella sua versione estiva, proponendo “Esta-Banda”, una serie di brani freschi e divertenti, che hanno visto impegnati soprattutto gli allievi della Scuola di Musica.
“Un concerto importante – continua Vaghi – Questo rientra nel programma dei festeggiamenti per i 40 anni di fondazione della Banda Alpina, che anche nel prossimo autunno salirà sul palco per altre performance. In particolare, sarà presente alla prossima “Festa dell’Uva”: il 2 settembre, infatti, alle 21, in piazza Cavour proporrà un concerto, dal titolo “Fiabe in musica”, mentre poi il 7 ottobre, alle 16.30, aprirà le porte della sua sede, in via Casello, per il tradizionale “Open Day” promozionale della Scuola di Musica”.

Luisa Rovelli