Domenica 3 marzo ha avuto luogo, come da annuale tradizione, la “Sfilata di Carnevale” dei paesi della Media Valle Seriana che fanno parte del Vicariato locale: Colzate, Vertova, Fiorano al Serio, Gazzaniga, Cene, con le rispettive frazioni. Per tutti un momento di festa condiviso e concertato, che è stato particolarmente gradito, alla luce della nutrita partecipazione.
Organizzata dagli Oratori “vallari”, la sfilata n° 2019 ha preso il via alle 14.30, partendo dall’oratorio di Colzate; un lungo corteo di colori e musica, coriandoli e stelle filanti, risate e canti, partecipata calorosamente da bambini, ragazzi e adulti. Nel lungo “serpentone” erano presenti anche i carri allegorici di ogni oratorio: in particolare, ad aprire il corteo i padroni di casa di Colzate, con un carro che aveva per titolo “Assalto al pic-nic”, con fiori, api, coccinelle, grilli e l’immancabile enorme cesto da pic-nic. A ruota il carro della Parrocchia Gazzaniga–Orezzo avente per tema il classico film di animazione firmato Disney “La Carica dei 101”: una moltitudine di figuranti in tenuta cani-dalmata hanno scortato per le vie dei paesi una famigerata “Crudelia De Mon”, accompagnata dagli altri protagonisti del cartone animato.
Cartone animato più recente per il carro di Vertova, con una curata riproduzione di “Inside Out”, in cui adolescenti e ragazzi hanno interpretato i personaggi del capolavoro Disney-Pixar, che narra le vicende delle cinque emozioni principali e personificate vissute da una ragazzina.
Tema “Lego”, invece, per l’oratorio di Cene, con i partecipanti travestiti da simpatici mattoncini colorati. Ed infine “Emoticon” per il carro dell’oratorio di Fiorano al Serio, le faccine espressive degli stati d’animo che tutti conosciamo per via della moderna tecnologia: dallo smile alla faccina arrabbiata, da quella triste a quella innamorata.
E poi ancora, ad ingrossare il corteo carnascialesco, tante maschere e mascherine, originali e divertenti, come “l’antivirus” per il pc, la famiglia vestita da pastorelli o quella da pastelli, da temi classici e sempre attuali come i “figli dei fiori”, ai tradizionali pagliacci o ai più recenti unicorni colorati.
Un’occasione allegra e divertente, che rende tutti entusiasti di prendere per un po’ di tempo, alcune ore, le sembianze di un classico supereroe o di qualche personaggio delle fiabe o dei cartoni animati più seguiti, travestimenti che talvolta variano e talvolta no, a seconda di mode e periodi storici.
Ogni anno la sfilata della Media Valle prende il via a rotazione da un paese diverso, per giungere in un altro, dando così l’opportunità a tutte le comunità di essere coinvolte direttamente nell’organizzazione e nell’allestimento del corteo. Quest’anno, dopo la partenza da Colzate, la carovana di mascherine ha avuto il suo capolinea all’oratorio di Fiorano al Serio, dove sono state premiate le maschere più belle e originali. Ad arricchire il tutto e accompagnare la sfilata, una bella giornata di sole e temperature miti. Ora, si lascia il posto alla Santa Quaresima.

Silvia Pezzera