Una “Notte Nera” sempre “speciale”

Sabato 13 giugno, a Bondo di Colzate, è andata in onda la terza edizione della “Notte Nera”. Un’edizione più umida della precedente, simile per certi versi alla prima, ma intatta nell’atmosfera e nella magia che si crea nel borgo al calar della sera. Ancora una volta il “Circolo Vaga…Bondo”, con il patrocinio del Comune di Colzate, ha allestito una festa a suo modo “speciale”, grazie anche all’aiuto di decine di volontari che hanno risposto alla chiamata sempre con entusiasmo e disponibilità, rendendo possibile l’impossibile.

 

Contano le idee e la voglia di fare bene per vincere contro la pioggia che si era scatenata nel tardo pomeriggio e ha ritardato l’afflusso di gente. Ad accogliere e scaldare gli ospiti ci hanno pensato gli artisti e l’intrattenimento vario offerto nell’arco di tutta la serata. I quattro giovani giocolieri dei “Pirouettes Ensemble”, presenti sul sagrato della chiesa, hanno stupito tutti i presenti con i loro numeri e la precisione dei movimenti, nonostante il vento abbia aumentato di molto il grado di difficoltà dei loro esercizi. Appena più avanti, nel campetto di calcio, ecco lo spazio dedicato ai bambini, con la baby-fattoria e il giro sui pony. Ancora quattro passi sul sentiero che dalla chiesa porta al borgo, ed eccoci nella piazzetta del paese, palcoscenico naturale di grande effetto, che in tarda serata ha catalizzato l’attenzione del pubblico con lo spettacolo di “Losnafire”. Prima e dopo ci hanno pensato i canti della tradizione all’Osteria a coinvolgere amatori e cantanti dall’ugola d’oro, trascinati dalla fisarmonica di “Pepe & C.”.

Intanto, prestigiatori all’arrembaggio, clown truccatutti e vigili improbabili si intrufolavano tra la gente a passeggio per le viuzze, in un continuo zig-zag tra bancarelle e punti-ristoro. Nel cortile del Casaro si è potuto assistere alla produzione di formaggio, burro e ricotta, mentre gli appassionati di rapaci hanno invaso l’angolo del Falconiere, per imparare qualcosa di più su questi “sovrani della notte”.

Ordinarie storie di magia di Merlino e Morgana, tra mille bolle fluo, hanno incantato grandi e piccini, in uno dei punti meno conosciuti del borgo. Ciliegina sulla torta l’energia insuperabile dei “Barabba Gulasch”, spettacolari con il loro repertorio di grandi classici italiani del passato, rivisitati in chiave balcanica.

Vogliamo ringraziare Promoserio, il Comune di Colzate, don Paolo e tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto anche in questa edizione – tiene a sottolineare il presidente del Circolo “Vaga…Bondo” Romeo FilisettiUn ringraziamento particolare e sentito lo dobbiamo rivolgere quest’anno alla Protezione Civile di Vertova. Inoltre, ai volontari, a chi ci ha prestato materiali e permesso di utilizzare i cortili e ci ha dedicato tempo e attenzione, va un grazie che scaturisce dal profondo del cuore; la risposta e l’entusiasmo che troviamo ogni volta ci spingono a fare sempre meglio”.

“Ora, dopo qualche settimana di pausa per recuperare le energie, ripartirà il programma “ordinario” – continua il presidente Filisetti – La “Notte Nera” tornerà nell’estate 2017, ma anche negli altri appuntamenti che organizziamo durante l’anno ci mettiamo lo stesso impegno e la stessa passione. Provare per credere”.

 

A.P.