La mattina del 12 febbraio 2016, ad Albino, nella classe 5F della scuola secondaria di primo grado “G. Solari”, si è svolta la “Tavola rotonda” che era stata programmata due settimane prima e preparata al meglio per farla risultare eccellente.

Due persone si erano prese l’incarico dì preparare i manifesti, inoltre c’erano sette relatori che hanno preparato e studiato un argomento proposto dalla moderatrice, ovvero la nostra professoressa di lettere che controllava e gestiva in modo ordinato la discussione.

Il tema di questa attività è stato: “AFRICA: tra disastri e speranze” ed era stato pensato con lo scopo di informare il pubblico circa la situazione attuale del continente. (Jhander)

Nella tavola rotonda noi alunni abbiamo avuto dei ruoli, ad esempio c’erano sette compagni che avevano degli argomenti da esporre. Essi toccavano sia i problemi che le speranze , ad esempio: Boko Haram, la convivenza tra cristiani e musulmani, le frontiere, le relazioni che l’Africa ha con i paesi di altri continenti, gli stati emergenti, la storia…

Altri tre compagni erano i “giornalisti”: essi hanno preso appunti per un eventuale articolo di giornale. Poi c’è stato un ruolo deciso all’ultimo minuto: quello del fotografo, lo e il resto della classe eravamo il pubblico. (Elisa B.)

Per prima cosa abbiamo sistemato i banchi per il pubblico e le sedie per i relatori che poi abbiamo fatto entrare nell’aula. Inizialmente sì sono presentati, poi ognuno di Loro ha parlato dell’argomento che gli era stato assegnato e delle opinioni personali riguardanti i temi e le domande che venivano proposte dal moderatore, anche attraverso alcune diapositive alla LIM.

Alcune volte ci sono state anche delle piccole discussioni perché non tutti erano d’accordo. Anche il pubblico ha fatto degli interventi interessanti ed ha posto alcune domande ai relatori. (Gessica)

Dal pubblico non si sono fatti moltissimi interventi, secondo me anche perché i relatori esponevano molto bene i loro argomenti, lo, che ero tra il pubblico, sono stata molto attenta e anche molto interessata perché, nonostante avessi già affrontato questo tema in classe, con questo dibattito ho potuto capire meglio Le condizioni attuali dell’Africa. (Barbara)

I risultati di questa tavola rotonda sono stati graditi da tutti, infatti ciascuno dei presenti ha appreso qualcosa di nuovo ed interessante, Se si potesse, mi piacerebbe fare un’altra tavola rotonda, che tratti del problemi della Cina, sia nel passato che in questo periodo. (Marco)

Questa attività è durata circa un’ora e mezza ed è stata molto apprezzata. Tutti i discorsi partivano da una domanda, posta dalla prof, che fingeva di essere una presentatrice, infatti continuava a porre domande ai relatori, i quali rispondevano con prontezza e in modo sicuro. I risultati sono stati ottimi, poiché ognuno si è divertito ed è tornato a casa con nuove conoscenze. (Zeno)

Abbiamo ascoltato, tramite un video sulla LIM, l’inno nazionale sudafricano. A me è piaciuta particolarmente questa attività perché ho imparato nuovi argomenti interessanti riguardanti l’Africa che mi aiuteranno per la mia mappa d’esame.(Andrea G)

I risultati sono stati spettacolari, Infatti la professoressa si è complimentata con tutti perché ha visto che ci siamo impegnati e l’attività è uscita bene. (Jhander)

Si è ottenuto un fantastico lavoro (utile per tutti come approfondimento e per chi volesse, come argomento per la mappa d’esame) e una bella nota di merito per tutta la classe, oltre ad alcuni bei voti. (Silvia)

Sebbene l’attività sia durata quasi due ore, secondo me non è stata pesante; è stupendo ascoltare le opinioni dei relatori e le loro discussioni. Sembrava una vera tavola rotonda. L’unica cosa strana è stata sentire i compagni darsi del Lei. (Jessica)