Come è consuetudine da dodici anni Vall’Alta organizza l’ormai conosciuta Festa Medievale. Lo scenario proposto sarà quello del XIV secolo, anche se non mancheranno novità negli allestimenti che verranno arricchiti da alcune nuove strutture.
Il borgo vestirà di nuovo le sembianze tipiche dei tempi passati, grazie anche alla magia delle fiaccole e delle torce che col baluginare delle loro fiamme danzanti conferiranno un’immagine suggestiva alla quale i nostri ospiti non potranno sottrarsi.
Ad intrattenervi ed allietare la vostra visita troverete:
– I “Giullari del Carretto” che vi intratterranno con numeri di giocoleria, equilibrismo, funambolismo e vi mostreranno l’antica arte del mangiafuoco.
– L’acrobata “Squilibrio” vi lascerà tutti a bocca aperta con i suoi numeri rocamboleschi.
– La volteggiante “Amaranta” con spettacoli di evoluzioni aeree.
– I “Sonagli di Tagatam” ci allieteranno con musiche medievali e ritmi incalzanti.
– I “Tamburi di Serremaggio” direttamente da Siena, col fragore dei loro tamburi scuoteranno il borgo dalla sua consueta quiete.
– evoluzioni delle loro saltimbanco.
– Direttamente da Asti gli “Sbandieratori di San Lazzaro” vincitori del palio dell’omonima città.
– Il gruppo di rievocazione storica “Astorica” vi proporrà delle simulazioni di combattimenti medievali e marcerà in drappelli per le vie del paese.
Venerdi serata d’apertura della manifestazione con la presentazione degli spettacoli nella piazza principale.
Oltre agli spettacoli, nelle giornate di Sabato e Domenica, passeggiando per le vie potrete conoscere ed ammirare cavalieri, dame, pellegrini, araldi, maniscalchi, musici, alchimisti, meretrici, contadini, pastori, mercanti d’ogni genere, fachiri, giullari, artisti e locandieri.
Inoltre Vall’Alta Medievale propone, accanto alle suggestive scene di vita medievale, un ricco percorso didattico-culturale.
Verrà allestita un’area apposita all’interno della quale spazi realizzati con cura, fedeltà storica e dovizia di particolari ospiteranno: il mastro Tintore che vi svelerà gli antichi segreti dell’ars tintorium e illustrerà le varie tecniche e le varie fasi della colorazione delle fibre tessili, i membri dell’associazione culturale Emporium Athestinum di Padova che vi mostreranno le fasi di produzione della carta da cenci, mentre l’umile e preziosa arte fittile sarà l’interessante proposta dei “Terre d’Este” di Padova artigiani ceramisti specializzati nella produzione di ceramica graffita medievale e nella sua rappresentazione al pubblico attraverso la dimostrazione pratica delle fasi della lavorazione. Il gruppo Villasanta Medievale allestirà un Atelier dove esporrà abiti medievali fedelmente riprodotti. Il mastro Vetraio nella sua bottega artigiana vi mostrerà l’arte della composizione delle vetrate decorative e la piombatura delle stesse. Nelle loro botteghe potrete anche vedere al lavoro altri artigiani quali ceramisti, vasai, tintori, fabbri, scultori, norcini, pittori, coniatori e falegnami. Ma anche molti mercanti di stoffe preziose, di spezie orientali, armieri e molto altro ancora.
Quest’anno il persorso didattico-culturale si arricchisce di nuove figure artigiane. Vedremo all’opera:
– il mugnaio che illustrerà le tecniche di macinatura ed i cereali utilizzati a tale scopo;
– il cordaio che sotto i vostri occhi produrrà corde e funi con tecniche, attrezzi e materiali dell’epoca;
– l’amanuense, artista della scrittura, che con penna, calamaio ed inchiostro vergherà le pergamene con lettere miniate e calligrafie tipiche della scrittura medioevale;
– il mercante di reliquie ci accompagnerà in un viaggio suggestivo e pieno di curiosità tra credenze e superstizioni tra il sacro ed il profano.
Le serate saranno allietate da ricche libagioni disponibili nei numerosi punti di distribuzione che potranno essere comodamente degustate nelle numerose aree ristoro. Saranno disponibili numerose aree parcheggio per poter accogliere nel modo più agevole i nostri, speriamo, numerosi visitatori.
Nei giorni 30 giugno e 1 luglio vi è la disponibilità di un bus navetta (gratuito) in partenza dal parcheggio della stazione TEB di Albino, attivo il sabato dalla 18.00 alle 23.00 e la domenica dalla 15,30 alle 23.00.
Tutte le informazione e gli orari della festa sono reperibili sui siti “www.vallaltamedievale.it” e “www.parrocchiavallalta.it.”
Vi aspettiamo per vivere con noi un salto nel passato!
Elisa Carzaniga